Riflessioni prenatalizie sulla situazione dell'INAF


Dopo otto stagioni (cfr. referenze sotto), con gli auguri di stagione arriva anche il nono giro di riflessioni da quattro soldi.

Lucio Chiappetti - IASF Milano - solstizio d'inverno 2008

Vedere anche in ordine cronologico inverso le referenze di gennaio 2008 (abortita "riforma Mussi"), luglio-agosto 2007 (attivita' istruttorie sugli statuti), gennaio 2007 (sulle richieste di dimissioni del Presidente), febbraio 2006 (sulle proposte pre-elettorali sull'INAF), aprile-dicembre 2004 (sulla riforma INAF), giugno 2003 (su INAF), febbraio 2003 ("riforma Moratti"), novembre 1999 (su CNR), agosto 1999 ("riforma Berlinguer"), e dicembre 1997.


Commenti generali sul 2008

La riforma degli Enti di Ricerca prevista dalla Legge Delega "Mussi" sulle autonomie e' abortita in primavera poiche' sia il vecchio che il nuovo Governo hanno lasciato decadere la delega (salvo sfruttare una clausola della legge per commissariare l'ASI).

Le spiacevoli vicende relative alla Finanziaria 2009 ed alle leggi collegate (decreti Brunetta e Gelmini, blocco delle stabilizzazioni, taglio degli organici poi rientrato, ecc.) hanno dato luogo qui da noi alla iniziativa "La Ricerca In Mezzo A Una Strada" (si vedano in particolare alcune delle note ivi fornite) e non mi dilunghero' oltre in questa sede.

Confidiamo nella azione del Presidente nel tavolo tra i Presidenti degli Enti ed i Ministri per riuscire a ottenere qualcosa.

Nel frattempo internamente all'Ente sta venendo rivisto il Regolamento del Personale, e il seguito di questa nota si limita a fornire alcuni commenti sulla bozza circolata ufficiosamente al personale at large (a Milano e' arrivata tramite la lista dei precari).


Sul nuovo regolamento del personale

Per analogia con quanto fatto il passato, tento una rapida sinossi tra i due testi del Regolamento in vigore (local backup) e la bozza di revisione di novembre

Come in passato indichero' in colori diversi le differenze classificate come negative, fonte di preoccupazione, neutrali, positive. I commenti vengono indicati invece in un font di colore diverso (positivi o negativi).

Come commento generale, il nuovo regolamento e' principalmente un aggiornamento di natura editoriale, salvo il rinviare numerosi dettagli relativi ai concorsi a un regolamento interno da scrivere (tra questi dettagli vi e' la scomparsa a questo livello delle aree scientifiche e settori tecnologici).

[an error occurred while processing this directive]